WORKSHOP & CORSI PER PSICOLOGI

corsiperpsicologi

DALLA BACCHETTA MAGICA AL FALLIMENTO TERAPEUTICO
Venerdì 21 Aprile,       workshop esperenziale 

 

Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Indice

L'articolo ha lo scopo di chiarire la dipendenza sessuale e le sue caratteristiche, le possibili origini bio - psico - sociali e come poter affrontare il disturbo.

Cosa è la dipendenza sessuale?
La dipendenza sessuale rientra nella categoria delle “dipendenze senza droga", cioè  di comportamenti patologici che coinvolgono oggetti o attività apparentemente innocue, come il cibo, il gioco d'azzardo, il lavoro, lo shopping e la sessualità.
Può definirsi come “…incapacità a resistere ad un impulso, ad un desiderio impellente, alla tentazione di compiere un’azione pericolosa per sé o per gli altri. Il soggetto avverte una sensazione crescente di tensione o di eccitazione prima di compiere l’azione e, in seguito prova piacere, gratificazione o sollievo. Dopo l’azione possono esservi rimorso e senso di colpa” (Barth e Kunder, 1987)
Quali sono le caratteristiche?
Le caratteristiche sembrano in parte combaciare con quelle relative alla tossicodipendenza. Infatti anche nel dipendente sessuale si va incontro al fenomeno dell’assuefazione ed a sintomi di astinenza. In tal senso il dipendente ha bisogno di aumentare i comportamenti sessuali o la loro intensità, al fine di mantenere l’effetto desiderato e, con l’andare del tempo, si manifestano dei veri e propri cambiamenti psicofisiologici (tra tutti un aumento della sintomatologia ansiosa) e lo stesso comportamento dipendente viene attuato per alleviare od evitare tali sintomi di astinenza.
La dipendenza sessuale è inoltre caratterizzata dalla ricerca ossessiva e ripetuta di un rapporto sessuale, una ricerca sentita come necessaria ma che al tempo stesso attiva nella persona sentimenti di rimorso e sensi di colpa in quanto si comprende che i comportamenti attuati sono deprecabili e non accettabili socialmente. Molto spesso inoltre la dipendenza sessuale influisce negativamente sulla vita di coppia della persona, sulle relazioni familiari e sociali, ma anche sulla salute ed il lavoro che diventano inevitabilmente secondarie alla sessualità.
La situazione si complica ancora di più se si considera che il dipendente sessuale, per raggiungere in modo continuativo il piacere, attua delle vere e proprie perversioni (i più frequenti sembrano essere il ricorrere a chat erotiche ed il feticismo), elemento che aggrava maggiormente la prognosi di questa psicopatologia.
La dipendenza sessuale ha una origine fisica?
Purtroppo non ci sono studi univoci in merito. Alcuni studiosi hanno riscontrato una anomalia ormonale o una patologia dei lobi temporali (evidenziata questa nei pedofili e nei sadici).
Per altri il comportamento sessuale deviante potrebbe essere causato da un’alterazione serotorinergica. La serotonina è un neurotrasmettitore che svolge un ruolo importante nella regolazione dell'umore, del sonno, del dolore, dell'appetito, delle emozioni e di altri comportamenti.
Quali possono essere invece i fattori sociali e psicologici?
Da un punto di vista sociologico, l’ambiente in cui l’individuo vive riveste un’importanza specifica sullo sviluppo dell’aggressività e sulla canalizzazione di quest’ultima in comportamenti sani per se stessi e nel rispetto degli altri. In caso contrario l’aggressività può trovare una via di fuga attraverso il comportamento dipendente sessuale.
Da un punto di vista familiare, il comportamento sessuale serve a sostituire bisogni inascoltati, allo scopo di alleviare dolore emotivo. La persona dipendente inoltre percepisce la propria famiglia con un senso di coesione, vicinanza, intimità e lealtà molto scarse.
In altri casi ci troviamo di fronte a famiglie disfunzionali con una precocità nei vissuti sessuali e con la creazione di un ambiente emotivamente inadeguato.
Da un punto di vista psicologico, la dipendenza sessuale si correla spesso ad una scarsa autostima per cui la ripetizione del comportamento deviante servirebbe per mantenere o accrescere la sicurezza nelle proprie capacità e in una definizione chiara di sé.
Sembra inoltre poter essere originata da un sistema irrazionale di credenze, da aspettative irrealistiche su ciò che la vita può offrire e da un senso generale di impotenza ed inadeguatezza.
Quando chiedere aiuto?
Chi soffre di dipendenza sessuale manifesta un disagio marcato nella gestione delle proprie emozioni, provando spesso senso di colpa ed odio verso se stessi, successivamente all’attuazione del comportamento sessuale deviante. Come detto, tale comportamento può causare serie problematiche a livello relazionale, in particolare nella coppia.
In tal senso la richiesta di aiuto può essere posta ad uno specialista, allo scopo di “ripristinare” uno stato di benessere a livello individuale ed allo stesso tempo a livello relazionale.
Oggi giorno ci sono diverse possibilità di aiuto psicologico ed in linea generale si consiglia di rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta – pubblico o privato – nel momento in cui il senso di disagio risulta marcato, non si riesce a gestire la rabbia o l’angoscia ed i sensi di colpa relativi al proprio comportamento, oppure quando si comincia ad avvistare il pericolo di un malessere di coppia o familiare in concomitanza con la condotta sessuale deviante.
Quando la dipendenza sessuale si manifesta in forma isolata, non ripetitiva né ossessiva, in un periodo della propria vita stressante o doloroso, e quando non comporta disagio significativo o sensi di colpa né sembra minare le relazioni sociali ed affettive, in linea generale in questi casi non è necessario richiedere un consulto psicologico.
A differenza della dipendenza da droghe dove l'obiettivo primario è l'astinenza definitiva dall'uso della sostanza, nel caso della dipendenza sessuale lo scopo è il ritorno ad una sessualità sana.
In alcuni casi, accanto alla psicoterapia, vengono anche utilizzati psicofarmaci.
Quali argomenti si affrontano in un percorso terapeutico?
Partendo dalla considerazione che non esiste un percorso psicologico unico, adatto per ogni paziente con dipendenza sessuale, spesso in terapia si affronta la difficoltà del paziente di integrare la propria sessualità con la sfera emotiva. Diversi studi dimostrano infatti che molti pazienti affetti da questo disturbo, sono alessitimici: non hanno cioè la capacità di specificare le proprie emozioni, di condividerle, di sentirle come proprie ecc.
Nel caso del dipendente sessuale parafiliaco spesso si lavora sulla propria aggressività, base di diversi comportamenti perversi attivati. Nel caso del dipendente sessuale non parifiliaco si lavora anche a livello di coppia dato che i comportamenti sessuali ripetuti sono attivati con maggiore probabilità in relazioni extra-coniugali o, al contrario, in richieste ossessive verso la propria partner.
Si può guarire dalla dipendenza sessuale?
La guarigione dipende direttamente della precocità nella richiesta di aiuto; con l’andar del tempo infatti si osserva una cronicità della patologia ed un aumento dei comportamenti sessuali devianti.

 

Cosa è la dipendenza sessuale?

La dipendenza sessuale rientra nella categoria delle “dipendenze senza droga", cioè  di comportamenti patologici che coinvolgono oggetti o attività apparentemente innocue, come il cibo, il gioco d'azzardo, il lavoro, lo shopping e la sessualità.

Può definirsi come “…incapacità a resistere ad un impulso, ad un desiderio impellente, alla tentazione di compiere un’azione pericolosa per sé o per gli altri. Il soggetto avverte una sensazione crescente di tensione o di eccitazione prima di compiere l’azione e, in seguito prova piacere, gratificazione o sollievo. Dopo l’azione possono esservi rimorso e senso di colpa” (Barth e Kunder, 1987)

 

 

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.