L'articolo risponde ad una serie di domande poste nel servizio di aiuto sessuologico di questo portale, chiarendo quali sono i disturbi sessuali e cosa poter fare per affrontarli nello specifico.

 

L'articolo risponde ad una serie di domande poste nel servizio di aiuto sessuologico di questo portale, chiarendo quali sono i disturbi sessuali e cosa poter fare per affrontarli nello specifico.

 

Caratteristiche

Caratteristiche

Ogni tipologia di disturbo sessuale, elicita nella persona e nella coppia una serie di reazioni emotive, cognitive e comportamentali, associati alla sensazione di disagio che il problema comporta.

Esistono quattro momenti distinti della Risposta Sessuale nell’uomo e nella donna.

La prima è la fase di eccitamento dove risulta molto importante la quantità e la qualità del fattore stimolante: di norma gli uomini preferiscono stimoli visivi (pensiamo a questo riguardo alla maggiore diffusione dell’intimo femminile rispetto a quello maschile), mentre le donne prediligono stimoli tattili (carezze) o uditivi (parole e tonalità della voce del partner).
Successiva alla fase di eccitamento, troviamo la cosi detta fase di plateau, dove la tensione sessuale si intensifica fino a raggiungere quella che viene definita fase dell’orgasmo, in cui la tensione precedentemente descritta viene finalmente scaricata.
Infine, la fase di risoluzione, risulta essere un periodo di riposo per permettere alla coppia di ricaricarsi; questo tempo nella donna è molto breve, mentre nell’uomo è variabile (dipende ad esempio dal grado di eccitazione e dall’età) e soprattutto inevitabile. Viene definito periodo di refrattarietà.

 

Definizione di disturbo sessuale

Partendo dal Ciclo di Risposta Sessuale appena descritto, per poter comprendere meglio le diverse patologie appartenenti al campo della sessuologia, possiamo considerare utile la classificazione  del Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali (DSM IV) secondo il quale, all’interno di quelle che vengono oggi definite “Disfunzioni Sessuali”, vengono descritti:

* I Disturbi del Desiderio Sessuale (assenza o carenza di desiderio, avversione sessuale )
* I Disturbi dell’Eccitazione (deficit erettile o impotenza, disturbi dell’eccitazione femminile)
* I Disturbi dell’Orgasmo (anorgasmia maschile e femminile, anaiaculazione, eiaculazione ritardata, eiaculazione precoce…)
* I Disturbi da Dolore Sessuale (dispaurenia maschile o femminile, vaginismo)
* Le disfunzioni sessuali dovute ad una condizione medica generale o per uso – abuso di sostanze e farmaci
* Le disfunzioni sessuali non altrimenti specificate

Da un punto di vista generale, qualsiasi disturbo sessuale può presentarsi nella sua forma primaria (è cioè presente fin dalla prima attività sessuale, anche autoerotica) o nella sua forma secondaria, cioè successiva ad un periodo di funzionamento normale.

Inoltre la disfunzione può essere situazionale, dipendente quindi dal contesto di relazione specifico o dal momento psicologico che sta attraversando la persona e/o la coppia o, infine, dal tipo e dalla qualità di stimolazione durante il rapporto sessuale stesso.

 

Quali sono le cause di un disturbo sessuale?

Quali sono le cause di un disturbo sessuale?

Ogni tipo di disfunzione sessuale può dipendere da:
* Cause organiche. Fattori anatomo – fisiologici, neurologici, ormonali, per una condizione medica generale o per uso ed abuso di sostanze o psicofarmaci. In questo senso sono molti i riturbi della sfera sessuale successivi ad un intervento chirurgico; una patologia molto frequente è l’iperprolattinemia, la quale può causare un calo del desiderio o un disturbo erettile ed è provocata a sua volta da numerosi fattori come stress, intensa attività fisica o mentale, utilizzo di psicofarmaci ed abuso di oppiacei. In generale sono i disturbi dell’eccitazione che risentono maggiormente di una eziopatogenesi di tipo organico.
* Fattori combinati. In questo caso, si ritiene che fattori psicologici abbiano un ruolo importante nell’insorgenza, nella gravità e nel mantenimento del disturbo sessuale, insieme ad un deficit di tipo organico, presente, ma non sufficiente a giudicare una disfunzione in questa sfera relazionale
* Fattori psicologici. In questo caso non esistono cause mediche soggiacenti il disturbo. Un tipico esempio è l’eiaculazione precoce, associato spesso alla cosi detta “ansia da prestazione”, i disturbi del desiderio in generale ed i disturbi da dolore sessuale.

 

Le cause psicologiche

Quali possono essere le cause psicologiche?

Come per altre psicopatologie, anche in questo caso esiste una multicausalità. In senso lato possono individuarsi “cause immediate” (esempi tipici sono la cattiva informazione sui rapporti sessuali o ansia di prestazione), “cause diadiche” (inerenti la vita di coppia) o “cause intrapsichiche” (riguardanti cioè la personalità dell’individuo ed il suo percorso di vita).

 

Come posso curare un distubo sessuale?

Come posso curare un disturbo sessuale?

Sebbene ogni situazione sia variabile dalla qualità del disturbo e dalla personalità dell’individuo, in caso di disfunzione sessuale si consiglia in linea generale di rivolgersi ad uno Psicologo Sessuologo.
Durante il primo colloquio, lo specialista potrà comprendere il bisogno del paziente e la problematica specifica nella sua globalità, reputando se sia il caso di una visita ginecologica – andrologica o medica, per escludere qualsiasi fattore organico, prima di cominciare un percorso psicoterapeutico.

 

Come si svolge una seduta sessuologica?

Come si svolge una seduta sessuologica?

Questo è variabile e dipendente dalla patologia presentata. Frequente è la terapia di coppia soprattutto quando il disturbo è causato da fattori inerenti la relazione, sebbene non sempre sia possibile (pensiamo ad esempio a persone separate o a single).
Altre volte si  percorre un cammino psicologico individuale e questo avviene in special modo se la causa è di ordine intrapsichico.

 

Durante una seduta psicoterapeutica, si parla solamente di rapporti sessuali?

Durante una seduta psicoterapeutica, si parla solamente di rapporti sessuali?

Assolutamente no. Questo vale soprattutto nel caso in cui la disfunzione sessuale sia secondaria ad un disturbo preesistente, come ad esempio la depressione, psicopatologia molto frequente. Inoltre, molto spesso si lavora sui diversi aspetti relazionali dell’individuo, soprattutto sulla coppia. E’ raro infatti che il sintomo sessuale si riscontri nella sua forma “pura”, il più delle volte è determinato dall’incontro di numerose variabili, ognuna delle quali gioca un ruolo fondamentale nella storia del sintomo.
La terapia sessuologica in questo caso non lavora solamente sul “quadro” (il sintomo sessuale), ma anche sulla sua “cornice” psicologica.

 

Quanto dura una terapia sessuologica?

Quanto dura una terapia sessuologica?

Se il sintomo rappresenta il problema, ossia se il fattore causale risiede unicamente all’interno della disfunzione sessuale, la terapia sessuologica è molto breve.
Molto spesso il sintomo nasconde una serie di questioni psicologiche su cui lavorare che comportano logicamente un prolungamento del periodo terapeutico.
In questo caso esistono due possibili percorsi:

  1. lavorare sui fattori psicologici che hanno causato o rinforzato il disturbo psicologico, attraverso una psicoterapia tradizionale
  2. lavorare prima sulla risoluzione del sintomo attraverso una terapia sessuologica e, successivamente, trattare la cornice psicologica attraverso un percorso psicoterapeutico mirato.
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Commenti   

0 # ezio 2013-04-16 20:26
Salve è da un annetto che nei rapporti che ho con mia moglie si sta riducendo sempre più il tempo del rapporto steso.
Come posso risolvere questa cosa?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

MenteSociale

studio mix

Indirizzo dello studio: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Dal lunedì al venerdì. dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.