I PROSSIMI LABORATORI PER BAMBINI

Indice


Introduzione teorica
Con il concetto di disagio, ci si vuole riferire a una categoria descrittiva della condizione giovanile caratterizzata dalla presenza o di una forte sofferenza esistenziale, o da significativi sintomi di disadattamento e frustrazione che spesso influenzano la vita personale e relazionale del giovane preadolescente (dagli 11 ai 14 anni) o adolescente (dai 15 ai 18 anni). Questo malessere, che il giovane avverte diffuso, interessa e la sua vita relazionale e sociale, e il suo vissuto psicologico. Un percorso di accompagnamento deve prevedere la capacità di decodificare questo particolare tipo di sofferenza che spesso non si manifesta in atti socialmente rilevanti, ma rimane sommerso e nascosto . Il termine prevenzione, nella sua accezione etimologica di prae-venire, significa: arrivare prima, precedere, agire a monte di; ma può anche significare: impedire, ostacolare, evitare scongiurare, qualcosa che si ritiene negativo o pericoloso. Fare prevenzione significa operare sul crinale invisibile che distingue il disagio dalla normalità, significa intervenire a monte della patologia, quando ancora il disagio, non è manifesto, e spesso non è neppure consapevole. L’ambiguità semantica del termine prevenzione, congiunta alla difficoltà di definire in modo univoco e assoluto i fattori-rischio , ha fornito l’opportunità di sostituire tale concetto con quello di promozione .

Allo stesso modo con cui un intervento preventivo si definisce in rapporto ai cosiddetti fattori-rischio, così un intervento promozionale, si può misurare attraverso due parametri:
a) i compiti evolutivi o compiti di sviluppo fanno riferimento alle diverse fasi della crescita. Si tratta di compiti che si trovano a metà strada tra un bisogno individuale e una richiesta sociale. Ogni compito ha la funzione di mettere alla prova e di stimolare il giovane a superare positivamente la fase di sviluppo in cui si trova, preparandolo all’affronto delle fasi successive. Tra i principali compiti connessi con l’età adolescenziale si ricordano: il sapersi adattare ai rapidi cambiamenti somatici e saper riconoscere un’unità somato-psichica soddisfacente; l’accettare le proprie pulsioni e padroneggiarle secondo valori condivisi; il saper instaurare e mantenere rapporti con i coetanei dello stesso sesso e di sesso diverso; il partecipare ai gruppi; lo sviluppare indipendenza e autonomia; lo stabilire una interazione adeguata con le istituzioni sociali (scuola, mondo del lavoro, contesto sociopolitico); l’operare scelte relative ad un proprio sistema di valori; progettare il proprio futuro. Una strategia di promozione dovrebbe, dunque, preoccuparsi essenzialmente di creare condizioni idonee per consentire al giovane di affrontare in modo soddisfacente i propri compiti di sviluppo.
b) I fattori protettivi o indici di competenza, sono elementi che si ritiene possano esercitare un’azione di tutela degli equilibri psicologici e comportamentali di un individuo, principalmente in situazioni di stress. Le linee comuni che ricorrono nei fattori protettivi, riguardano sostanzialmente quattro aree di competenza: “autostima: sensazione di valore personale, fiducia nell’efficacia della propria azione sull’ambiente.” Autocontrollo: capacità di controllare i propri impulsi e di rinviare le gratificazioni. “ Aspettative e prospettive ottimistiche: orientamento verso il successo, abitudine a porsi e a conseguire scopi, fiducia nel futuro, adattamento al cambiamento.” Capacità di interazione sociale: ricerca di relazioni e capacità di mantenere tolleranza e flessibilità. Una strategia di promozione dovrebbe porsi come obiettivo positivo, l’incremento e il rinforzo di tali fattori. Un intervento di promozione comporta la scelta di operare nei contesti della normalità più che sul disagio manifesto.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.