Indice

La legge sulla pedofilia in Italia
Finalmente, anche in Italia è stata approvata, il 3 agosto 1998, un'importante Legge, denominata erroneamente "Legge sulla Pedofilia". Si tratta della Legge 269/1998 "Norme contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno ai minori, quali nuove forme di riduzione in schiavitù".
Questa Legge ha permesso all'Italia di adeguarsi all'operato delle altre Nazioni europee, nelle quali è stato adottato, ormai da tempo, il "Principio di perseguibilità penale extra territoriale" per quanti commettono reati a danno dei minori.
L'obiettivo principale della Legge 269/98, consiste nel tutelare i minori contro ogni forma di sfruttamento e violenza sessuale a salvaguardia del loro sviluppo fisico, psicologico, spirituale, morale e sociale.
Questa legge nasce attraverso una serie di interventi realizzati a livello europeo, basti pensare alla Dichiarazione finale della Conferenza di Stoccolma del 1996 sullo "Sfruttamento sessuale dei minori a fini commerciali", a cui parteciparono i rappresentanti di circa 119 Paesi, nonchè organizzazioni non governative e quanti interessati alla tematica.
Grazie alla Legge 269/98, l'Italia ha potuto adempiere agli obblighi assunti, con l'azione comune adottata dal Consiglio dell'Unione Europea, per la lotta contro la tratta degli esseri umani e lo sfruttamento sessuale dei minori, datata 24 febbraio 1997. Inoltre, la suddetta legge ha promosso un intervento normativo di carattere sostanziale, processuale ed organizzativo, così da considerare la dimensione transizionale dei crimini connessi allo sfruttamento sessuale a danno dei minori.
Le finalità perseguite dalla Legge sono le seguenti:
Rinforzare la repressione penale attraverso la creazione di nuove fattispecie delittuose quali:
o la prostituzione minorile;
o la detenzione di materiale pornografico;
o le iniziative turistiche atte allo sfruttamento della prostituzione minorile.
Fornire alle Autorità giudiziarie nuovi strumenti processuali come:
o l'obbligo dell'arresto in flagranza;
o la possibilità del fermo dell'indiziato;
o la possibilità della custodia e intercettazione.
Tutelare i minori da danni fisici e psichici attivando una rete informativa tra le varie questure e tribunali per minorenni, vietando la pubblicazione di generalità.
Attribuire alla Polizia Giudiziaria strumenti in grado di contrastare il fenomeno criminoso.
Attribuire alla presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministro degli Interni compiti di coordinamento e di riferimento ai reati in questione.

Con la Legge 269 il sistema sanzionatorio è diventato severo ed esigente (fortunatamente!). Per chi induce alla prostituzione un minore la pena prevista è il carcere da sei a dodici mesi e la multa da 15.500 euro a 1.550.000 euro. Anche il solo possesso di materiale pornografico prodotto attraverso lo sfruttamento e la violenza minorile è severamente punito con la reclusione fino a tre anni o con la multa non inferiore a 1.550 euro.

 

 

 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.